Città di Filottrano
Via Roma, 6 - 60024 Filottrano (AN) - Tel: 071.722.781 - Fax: 071.722.00.89
PEC: comune.filottrano@emarche.it - Email: info@comune.filottrano.an.it
c.f. 80005330420 - p.i. 00167390426 - codice univoco fatturazione elettronica: UF3UUV

EVENTI

Data: 25/11/2017
Evento: Festa in onore di Santa Cecilia (patrono della musica)
 
Data: 26/11/2017
Evento: CONCERTO DI SANTA CECILIA
 

CHIESE

La Chiesa S. Maria Assunta della Pieve è sede della Prepositura, si trova al di fuori della mura.

La chiesa, dedicata a Maria Vergine Assunta, esisteva già nel XIV sec. ma nel 1679 fu riedificata dalle fondamenta su disegno di Matteo de’ Rossi.

Il tempio, rimaneggiato nel XVIII sec., fu arricchito di elementi decorativi e di un artistico coro ligneo. All’interno della chiesa è sepolto l’esploratore Costantino Beltrami (1779-1855) famoso per aver scoperto le sorgenti del Mississippi.


Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps
 

 

La Chiesa di S. Michele Arcangelo – protettore della città – fu progettata dall’architetto Giuseppe Fontana di Como, sul finire del XVIII sec.

Sono notevoli le quattro nicchie sulla facciata con le statue dei Dottori della Chiesa (Gregorio, Ambrogio, Agostino e Giovanni Crisostomo), realizzate da Giuseppe Mozzanti e chiamate dai Filottranesi “I pupi di S. Michele”.

All’interno si poteva ammirare la tela di San Michele Arcangelo, realizzata da Domenico Battoni (XVIII sec.), copia del celebre quadro di Guido Reni ora sistemata nella Chiesa di S. Francesco. 

Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps

 

 

 

 

 

La Chiesa di S. Francesco fu edificata all’inizio del XVI sec. sull’area della precedente Chiesa di S. Rocco.

Il tempio, ad unica navata, fu rimaneggiato nel XVIII sec. con stucchi e cornici secondo lo stile dell’epoca.

Notevoli sono le opere d’arte conservate come la pala d’altare raffigurante la Resurrezione di Lazzaro, del fanese Pompeo Morganti (1543), e la Madonna del Rosario di Ercole Ramazzani (1571).

Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps

 

 

 

Monastero della Clarisse fu fondato nel 1578, attestato da una lapide apposta sul muro del monastero, per volere dei sindaci e rettori della comunità.

La Chiesa e il Monastero furono rimaneggiati nel XVIII sec. per rispondere alle nuove esigenze educative e religiose delle giovani fanciulle aristocratiche accolte nel monastero.

La Chiesa ha tre altari, degno di nota è il Cappelloncino, adornato di stucchi, e un grande Crocifisso ligneo.

Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps

 

 

 

 


S. Cristoforo è una delle chiese più antiche della città.

Una bolla di Onorio III del 1218 attesta che il tempio appartenne ai Monaci di S. Croce di Fonte Avellana ma non si conoscono elementi per risalire alla sua fondazione.

Si possono ammirare affreschi, di vari autori e di diverse epoche, sia nell’altare maggiore sia lungo le pareti.

Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps

 

 

 

La Chiesa di S. Maria degli Angeli fu realizzata per volere della famiglia Gentiloni nella metà del XVIII sec. è riccamente decorata come solitamente avveniva per le chiese tardo-barocche dell’700. La chiesa è dedicata alla Vergine Regina degli Angeli e di tutti Santi. Il tempio, chiuso al culto nel 1952, viene utilizzato per l’allestimento di un presepe artistico durante il periodo natalizio. 

Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps

 

 

 

La Chiesa delle Sacre Stimmate, così chiamata perché fu sede della Confraternita omonima, fu costruita in pieno centro storico nel XVIII secolo.

All’interno è conservato un Crocifisso ricostruito nel 1826 venerato da parte dei Filottranesi in seguito a un fatto prodigioso verificatosi nel 1796.

Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps

 

 

 

 

 

La Chiesa di S. Maria di Tornazzano si trova a Tornazzano.

Questo tempio, meta di pellegrinaggi, conserva un’immagine miracolosa della Madonna con Gesù Bambino del XV sec. e la pietra sulla quale sedette S. Rocco.

Nel 1840 la chiesa fu sottoposta a profondi restauri e in quell’occasione fu edificata la canonica.

Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps

 

 

 

 

 


La Chiesa di S. Maria di Storaco, sorta su un tempio pagano probabilmente di epoca romana.

Al suo interno esiste un torrione datato intorno all’anno 1000.

E’ attualmente, purtroppo, in precario stato di conservazione.

Clicca qui per avviare il navigatore Google Maps

 

 

 

 

Inoltre:
Regina della Grazie
S. Maria Concezione – Montoro
Sacro Cuore di Gesù
S. Maria Consolatrice e di S. Biagio
S. Ignazio
Chiesa di Taverna
S. Pietro Apostolo

Una curiosità; all’incrocio tra Via Leopardi e Via Rosselli si vedono cinque Chiese
(S. Francesco, Stimmate, S. Maria degli Angeli, S. Michele, Chiesa del Monastero delle Clarisse).

 

fine news